Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

L’annuncio durante l’Agorà della Società della Salute di Pisa in corso alle Officine Garibaldi. "La nuova struttura nascerà in via Gentile da Fabriano, nei locali attualmente occupati dalla Misericordia”.

agora1.jpg

PISA, giovedì 23 novembre 2017 – La nuova Casa della Salute di Pisa sarà al Cep. L’annuncio è arrivato stamani, giovedi 23 novembre, nel corso dell’Agorà della SdS Pisana, gli stati generali delle politiche sociali e socio-sanitarie del territorio pisano, che in corso a Pisa, nella bella cornice delle nuove Officine Garibaldi di via Gioberti, alla presenza di circa 150 addetti ai lavori, fra personale del servizio pubblico e operatori del terzo settore.

“La faremo al Cep, in via Gentile da Fabriano, nei locali attualmente occupati dalla Misericordia” ha annunciato la Presidente della SdS Pisana Sandra Capuzzi, proprio con riferimento alla “Casa della Salute”, il nuovo spazio pensato per avvicinare il più possibile i servizi sanitari ai cittadini, una struttura in cui sarà presente un gruppo di lavoro multidisciplinare composto da medici di famiglia, pediatri, infermieri e personale sociale e sanitario e in cui, oltre al medico e al pediatra di famiglia, saranno assicurati attività infermieristica, esami del sangue e vaccinazioni, cup e segretariato sociale.

I tempi saranno anche abbastanza brevi: “Per noi è una priorità e vogliamo fare presto – ha proseguito Capuzzi -: fra l’altro la struttura è nuova e necessita di pochi intervento di adeguamento, dunque contiamo di aprire la Casa della Salute di Pisa entro la metà del prossimo anno”.

La Casa della Salute è uno degli obiettivi principali di lavoro della SdS Pisana di un piano di lavoro decisamente vasto e impegnativo che ne contiene altri 47, i più rilevanti dei quali sono al centro della giornata di lavoro in confronto in corso alle Officine Garibaldi. “La necessità di rafforzare la sanità territoriale per evitare che una fetta consistente della domanda di salute di base sia rivolta prevalentemente alla struttura ospedaliera - ha spiegato il direttore della SdS Alessandro Campani – è un bisogno che emerge con chiarezza, anche dai dati se è vero che, con 139 ricoveri ogni 100mila residenti, abbiamo un tasso di ospedalizzazione notevolmente superiore alla media regionale (131 ogni 100mila), segno sicuramente di una grande fiducia della cittadinanza nella sanità ospedaliera, ma anche della necessità di rafforzare i presidi sul territorio semplificando anche l’accesso ai servizi sanitari di base e più richiesti. La Casa della Salute risponde proprio a questa esigenza”.

“Pisa è una città che offre già importanti servizi - ha spiegato il sindaco Marco Filippeschi – Ma è giunto il momento di fare una scelta nella programmazione territoriale della sanità. Tenendo conto degli equilibri del territorio, abbiamo mantenuto l'impegno di dare una risposta significativa ai bisogni e alle istanze della popolazione. E la Casa della salute è prevista nell'accordo con le parti sociali siglato la settimana scorsa”.