Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Le rassicurazioni della presidente e della direttrice della SdS, rispettivamente, Gianna Gambaccini e Sabina Ghilli e della coordinatrice sociale della Zona Pisana Laura Guerrini. Nel frattempo gli utenti continueranno a svolgere attività al Bagno della Croce Rossa a Marina di Pisa.

Pisa, sabato 5 settembre 2020 – “Il Centro diurno per disabili L’Orizzonte resterà a Migliarino nella sede dell’Asbuc, e prestissimo tornerà di nuovo pienamente agibile”. La rassicurazione arriva direttamente da Laura Guerrini, coordinatrice sociale della Zona Pisana. “Ci scusiamo tantissimo con i familiari, ma la riapertura dei centri diurni ha richiesto l’intervento straordinario di un apposito Gruppo di verifica della sussistenza di requisiti minimi per consentire la riapertura nel rispetto delle linee guida aticontagio – aggiune la direttrice della SdS Pisana Sabina Ghilli –. E’ stato solo a seguito dell’intervento del gruppo di verifica che è emersa l’impossibilità di riaprire in carenza di autorizzazione al funzionamento del centro che, a seguito del trasferimento a Migliarino dalla precedente sede di via Derna, era ancora in corso di perfezionamento e aveva subito un rallentamento data proprio la stessa emergenza Covid. Questo spiega il motivo per cui la tempistica si è inevitabilmente allungata”.

“L’ultimo sopralluogo del Gruppo di verifica e supporto della Asl Toscana Nord Ovest del 2 settembre scorso ha evidenziato piccole carenze e lacune della struttura cui, con il coinvolgimento della cooperativa Agape, che ha in gestione la struttura, stiamo prontamente facendo fronte – riprende la coordinatrice sociale della Zona Pisana Laura Guerrini - -: nel frattempo gli utenti del Centro continueranno a svolgere attività al Bagno della Croce Rossa a Marina di Pisa”.

Nello specifico durante il sopralluogo è emerso che mancavano alcune certificazioni e documenti relativi all’area dell’igiene pubblica e della sicurezza sui luoghi di lavoro per il semplice fatto che si trovano negli uffici amministrativi di Agape, la cooperativa che gestisce la struttura “e che – assicura Guerrini – ci saranno forniti già lunedì”. Inoltre sono necessari piccoli interventi tecnici come la realizzazione di una parete in cartongesso e di una rampa d’accesso e il posizionamento di un maniglione nel bagno adibito ai disabili “lavori – conclude la coordinatrice sociale della Asl per la Zona Pisana – che potranno essere completati nell’arco di pochissimi giorni”

“Purtroppo l’ultimo sopralluogo è avvenuto solo il 2 settembre e nei due precedenti non erano emerse le problematiche riscontrate, tanto che la struttura ha lavorato regolarmente da dicembre fino alla chiusura dovuta al lockdown - sottolinea la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini -: mi spiace tantissimo per le difficoltà che la problematica può aver creato alle famiglie, lo avessimo saputo prima, avremmo fatto subito i pochi interventi necessari per ripristinare la piena agibilità del centro. In ogni caso ci siamo già messi al lavoro: abbiamo chiesto alla cooperativa di consegnare subito la documentazione mancante e faremo subito i pochi interventi necessari per consentire alla struttura di tornare alla piena operatività”