Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

La struttura d’accoglienza di via Livornese va ad aggiungersi all’asilo notturno di Porta a Mare. In totale i posti letto disponibili sono 24 e a “Binario Zero”, nella Stazione di San Rossore, apre un centro diurno

 Estesa ai fine settimana anche la presenza dell’Unità di Strada in Piazza Vittorio Emanuele. La Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini: “La rete che abbiamo costruito è diventata un’eccellenza a livello regionale”

 

PISA, venerdì 20 novembre 2020 – Riapre il centro d’accoglienza di via Livornese con 6 posti letto e un locale per accogliere quei casi che dovessero aver bisogno di eventuale isolamento e “Binario Zero”, la struttura realizzata nei locali della Stazione di San Rossore, si trasforma in centro diurno per persone senza dimora, con tanto di servizi doccia e lavanderia, mentre l’asilo notturno di Porta a Mare continuerà ad accogliere diciotto persone, pure in questo caso, pure in questo caso lasciando comunque una stanza libera per eventuali necessità d’isolamento.

Con la recrudescenza della pandemia, tornano a stringersi e rafforzarsi i nodi della rete di “Progetto Homeless”, la cabina di regia della Zona Pisana per quanto riguarda i servizi e l’assistenza delle persone senza dimora coordinata dalla Società della Salute e gestita in collaborazione con la Cooperativa sociale “Il Simbolo”, mettendo a disposizione, complessivamente, 24 posti letto e un centro diurno.

Potenziato anche il servizio in Piazza Vittorio Emanuele dell’unità di strada gestita dalla Cooperativa sociale “Arnera”, che da questo fine settimana, oltre a tutti i pomeriggi lavorativi (dalle 14 alle 20), coprirà anche quelli di sabato e domenica. Gli operatori dell’Unità di Strada, peraltro, proseguono anche il lavoro di riduzione del danno e monitoraggio nei luoghi di ritrovo delle persone senza dimora le mattine e i pomeriggi di tutti giorni lavorativi e le sere di lunedì, martedì, giovedì e venerdì distribuendo pasti caldi ma anche mascherine e igienizzante (mentre il mercoledì sera lo stesso servizio è svolto dall’Associazione “Amici della Strada”).

“Abbiamo deciso di rafforzare un modello organizzativo che aveva già dato prova di notevole efficienza nella cosiddetta “fase 1” grazie anche alla collaborazione con la Polizia Municipale del Comune di Pisa cui va il nostro ringraziamento – sottolinea la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini -: la rete che abbiamo costruito nel tempo nel nostro territorio è diventata un’eccellenza a livello regionale proprio per la sua capacità d’inclusione e di mettere in campo un sistema complesso capace di offrire risposte che coprono il purtroppo ampio spettro dei bisogni di questo specifico segmento della nostra popolazione, ivi inclusa l’inclusione abitativa attraverso progetti come “Housing First”.

Attachments: