Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

La Presidente Gambaccini: “Un piccolo gesto di vicinanza dato che non è stato possibile organizzare il consueto pranzo natalizio, fatto a titolo personale per testimoniare l’affetto che mi lega a ospiti e operatori perché in questo momento è fondamentale destinare i fondi pubblici a dare risposta ai bisogni primari”

 

PISA, sabato 19 dicembre 2020 – Cinquanta fra panettoni e pandori per l’asilo notturno di via Porta a Mare ma anche per la struttura d’accoglienza di via Livornese e per gli appartamenti di Housing First, il “condominio” del Cep in cui vivono alcune persone che hanno potuto abbandonare la vita di strada. E’ la donazione voluta dalla Presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini a tutti gli ospiti e gli operatori delle cooperative sociali "Il Simbolo'' e"Arnera" impegnati nella gestione delle strutture e dei servizi d’accoglienza per senza dimora della Zona Pisana che stamani (venerdì 18 dicembre 2020) ha voluto consegnare personalmente i dolci natalizi. “Eravamo soliti organizzare sempre un pranzo o una cena alla vigilia delle festività natalizie che quest’anno a causa della pandemia non si è potuto fare – ha spiegato Gambaccini – ma ho ritenuto, comunque, doveroso lasciare a tutti un piccolo segno di vicinanza: ho voluto farlo titolo personale, senza alcun impegno di risorse pubbliche, sia per lasciare una testimonianza concreta dell’affetto che mi lega alle persone che accogliamo e agli operatori che svolgono quotidianamente un lavoro straordinario, sia perché, in un periodo d’emergenza come questo, è fondamentale che tutti i fondi pubblici, siano della SdS Pisana o del Comune di Pisa, siano impiegati per dare risposta ai bisogni primari delle tante famiglie messe in difficoltà dalla crisi” .

All’asilo notturno di via Conte Fazio sono stati donati anche alcuni scatoloni di pannoloni da adulti da parte di Assofly, rappresentata dal presidente Pietro Proietti, in collaborazione con l’Admi (l’Associazione dei Dipendenti del Ministero dell’Interno).

Attachments: