Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Si ferma per il periodo invernale il servizio di prevenzione e riduzione del danno nei contesti del divertimento notturno, finanziato dal Comune di Pisa, gestito dalla cooperativa Arnera e coordinato dalla SdSPisana

 La Presidente della SdS Gianna Gambaccini: “Progetto fondamentale anche per tutti i giovani dei comuni limitrofi che nei fine settimana frequentano le piazze e le strade del centro cittadino: ripartiremo sicuramente a Primavera”

 

PISA, domenica 17 ottobre 2021 – Centonovantadue etilometri positivi, il 75% dei 257 effettuati da settembre. Non sono cambiate nemmeno in autunno le “abitudini” della movida pisana, incluse quelle meno salutari. La conferma arriva dai dati di PisaNite, il servizio di prevenzione e riduzione del danno nei contesti del divertimento notturno pisano, finanziato dal Comune di Pisa, gestito dalla cooperativa sociale Arnera e coordinato dalla Società della Salute della Zona Pisana. Un’iniziativa avviata a maggio e che nei giorni scorsi ha chiuso anche la sua “stagione autunnale” e dà appuntamento a primavera quando le temperature cominceranno nuovamente ad alzarsi e le piazze e vie del centro cittadino a popolarsi.

In tutto sono state 337 le persone incontrate nei fine settimana da settembre in poi: nella stragrande maggioranza giovani, due terzi dei quali (66%) fra i 18 e i 25 anni e un quarto fra i 26 e i 30 (25%) mentre i minorenni si fermano al 5% e gli “over 30” al 4.

I kit distribuiti sono stati 257, ciascuno contenente etilometro monouso con scala alcolemica, mascherina, gel disinfettante e una depliant con i contatti telefonici in caso di emergenza; 247, invece, le informazioni date su alcol, sostanze stupefacenti e malattie sessualmente trasmissibili. Otto, invece, gli interventi di “riduzione del danno”

“E’ ripreso un progetto che nei mesi scorsi si è rivelato di fondamentale importanza  – ha detto la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini -:i numeri dei servizi effettuati confermano la necessità di un servizio di questo genere nelle piazze della Pisa by night anche per tutti i giovani dei comuni limitrofi che nei fine settimana frequentano le piazze e le strade del centro cittadino”, ossia quelli in cui le persone in stato di alterazione sono state invitate a restare sotto il gazebo del presidio fisso (in Piazza dei Garibaldi o in Piazza Dante) in attesa di ritrovare una condizione di sobrietà sufficiente a far rientro a casa in condizioni di sicurezza.

“Lo si era già chiaramente capito alla luce dell’esperienza fatta nei mesi estivi, ma anche i dati del periodo autunnale ribadiscono la necessità di un servizio di questo genere nelle piazze della Pisa by night anche per tutti i giovani dei comuni limitrofi che, nei fine settimana, frequentano le piazze e le strade del centro cittadino – ha detto la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini -: per questo ringrazio tutti gli operatori di strada impegnati per l’importante servizio che hanno svolto e garantisco fin da ora che ripartiremo a Primavera”.