Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

 L’immobile è stato completamente ristrutturato e ospiterà un centro di aggregazione per anziani, una nuova ludoteca e un centro d’ascolto sugli affidi. Lavori per 1.200.000 euro, di cui 818mila provenienti dal PIUSS

Il sindaco Filippeschi: “Il Piuss e i fondi europei servono anche per dare nuovi spazi di aggregazione e servizi sociali. Conto molto sull’attivismo dei cittadini della terza età. Uno spazio a verde recuperato a pochi metri da Borgo Stretto” 

La presidente della Sds Capuzzi: “Abbiamo mantenuto un altro impegno e oggi restituiamo ai cittadini uno spazio di aggregazione intergenerazionale tutto nuovo, a disposizione delle persone più vulnerabili e bisognose di sostegno”

 

PISA, sabato 12 novembre 2016 – Un centro sociale polivalente nel cuore della città. Rinasce il polo cittadino di San Zeno, completamente rimesso a nuovo grazie alla ristrutturazione resa possibile dai fondi Piuss, che tornerà ad ospitare lo storico centro aggregativo per anziani, come era sempre stato prima degli interventi edilizi, a cui si aggiungerà la nuova ludoteca per i bambini e un nuovo polo di riflessione e sensibilizzazione sui temi dell’affido familiare.

L’immobile, un edificio dei primi del ’900, di proprietà del Comune di Pisa e affidato alla Società della Salute, a due passi da Piazza Martiri della Libertà e dalla Chiesa di Santa Caterina, si sviluppa su tre piani più altana, per una superficie complessiva di 525 mq, un terrazzo di 88 metri quadri e un giardino di circa 1800 mq. L’edificio è stato completamente ristrutturato con un investimento di 1.244.697 euro, di cui 818.769 provenienti dal contributo del PIUSS e la parte restante dal Comune di Pisa. Risorse necessarie per ridisegnare gli spazi all’interno dell’edificio, riqualificare la bellissima altana e costruire una nuova scala per accedervi, mettere a norma gli impianti (elettrico, cablatura, antincendio), rifare i bagni e l’adeguamento energetico (cambio infissi, cappotto, coperture), riqualificare le aree e gli accessi, installare l’impianto fotovoltaico, e realizzare scale antincendio e uscite di sicurezza.

Per i prossimi tre anni, lo gestirà l’Uisp di Pisa, che ha vinto la gara apposita indetta della Società della Salute della Zona Pisana: l’importo complessivo per il triennio è di 268mila euro (di cui 60mila per arredi e attrezzature). Tre le attività ospitate nell’immobile: un centro aggregativo per anziani, una ludoteca e un centro affidi. 

Punto aggregativo anziani. Aperto tutti i pomeriggi, sabato e domenica compresi, (dalle 15 alle 19) è collocato al piano terra dove trovano spazio il salone per il gioco, per il ballo, per la proiezione di filmati, un'aula multimediale e una per la lettura. Saranno inoltre utilizzati il giardino e la terrazza per incontri e seminari. Sono oltre cento gli anziani che hanno avuto già modo di partecipare alle attività UISP ospitate presso il CPT 6 in via Contessa Matilde e che adesso a San Zeno troveranno uno spazio tutto nuovo e progettato per loro. Vi lavoreranno in modo stabile due operatori, affiancati da altre figure che collaboreranno in occasione di attività specifiche.

Ludoteca. Con l'inaugurazione del Centro apre i battenti anche La Kalimba, la nuova ludoteca di quartiere che sarà aperta il martedì e il venerdì pomeriggio e il sabato mattina. Qui tre operatrici con una specifica formazione di animazione per bambini, coinvolgeranno con il gioco e la musica bambini tra i 3 e i 14 anni, con tre laboratori divisi per fasce d'età. A disposizione un grande salone-officina per i più grandi (6-14 anni), che può ospitare fino a 40 bambini e che si trova al secondo piano, e uno spazio più raccolto con tappetini in gomma per i più piccoli (3-5 anni) e i loro genitori, che si trova al piano terra. All'esterno, inoltre, i bambini avranno a disposizione un cortile protetto per attività e giochi all'aperto. La Kalimba si inserisce e amplia la rete delle ludoteche e dei Ciaf della città.

Il centro informativo sugli affidi. La struttura ospiterà iniziative e servizi per promuovere la cultura dell'affido. Si tratta di un’attività fortemente voluta dalla Società della Salute della Zona Pisana. In questo campo opera da anni l'Associazione Famiglia Aperta che conta decine di soci e volontari e che avrà al primo piano dell’edificio un proprio "quartier generale" cittadino e spazi per eventi ed incontri.

Tutto il centro e il giardino esterno saranno coperti dal servizio wi-fi.

Le novità non finiscono qui: è in fase di progettazione, infatti, l’intervento per la valorizzazione dell’area verde che si estende fino all’antica cinta muraria, che prevede la realizzazione di un parco giochi accessibile ai disabili. I lavori, per un valore di 235.000 euro, saranno cofinanziati al 50% dalla Regione Toscana.

«Pisa investe sulla dimensione sociale, anche nel cuore della città storica. Finalmente apriamo un bellissimo spazio. Conto moltissimo sul contributo che potranno dare gli attivissimi cittadini della terza età, organizzati dalla Uisp – spiega il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi – C’è già una bellissima esperienza da rilanciare. Come si vede Piuss e fondi europei servono anche per dare nuovi spazi di aggregazione e utili servizi sociali, per bambini e famiglie. Notevolissimo è lo spazio verde recuperato, che potrà e dovrà essere finito, a poche decine di metri da Borgo Stretto. È un primo assaggio di altri recuperi che faremo lungo le Mura medievali riscoperte».

«Grazie al Piuss abbiamo ridato vita ad un polo sociale storico della nostra città e questo ci riempie di orgoglio – racconta la Presidente della Società della Salute della Zona Pisana Sandra Capuzzi – Abbiamo mantenuto un altro impegno preso e oggi restituiamo ai cittadini uno spazio di aggregazione intergenerazionale tutto nuovo, a disposizione delle persone più vulnerabili e bisognose di sostegno e cura. Questo dimostra ancora una volta come la nostra amministrazione sia sempre attenta alle esigenze dei più deboli».

«Un altro cantiere del Piuss importante chiuso - afferma Andrea Serfogli assessore ai lavori pubblici del Comune di Pisa - ed un progetto messo in funzione grazie al recupero di un immobile di pregio architettonico. Con l’intervento di recupero e riqualificazione non solo si sono resi funzionali gli spazi, riportando l’edificio all’antico splendore ma si è intervenuti con un’attenzione particolare ai temi del risparmio energetico e della biosostenibilità. Vengono inoltre riacquisiti alla fruizione pubblica spazi che sono direttamente collegati mediante ad una porta medievale alle aree verdi esterne alle mura sulla via del Brennero».

«L'Uisp ha seguito l'intero percorso che ha portato la cittadinanza a riappropriarsi di questo spazio – commenta Lorenzo Bani, presidente UISP Pisa - Nel momento di passaggio, durante la ristrutturazione dello stabile, ci siamo preoccupati di tenere unita quella che è una vera e propria comunità della terza età, con attività e iniziative che finalmente troveranno una sede adeguata e innovativa. La loro attesa è stata premiata e mi auguro che la stessa comunità si arricchisca ogni giorno di più. Vorrei sottolineare l'importanza della presenza nello stesso Centro della Ludoteca che sancisce il ruolo fondamentale dell'intergenerazionalità: memoria e futuro devono convivere e aiutarsi a vicenda».

«La ludoteca che si apre oggi nel centro S. Zeno è inserita nel piano delle ludoteche cittadine già dal 2008 come ludoteca della zona centro nord della città e va a completare il quadro delle ludoteche già attive – ha sottolineato l’Assessora Marilù Chiofalo – La vicinanza con l’istituto Carducci (che ha al suo interno un indirizzo di studi musicali) fa si che la ludoteca possa essere caratterizzata con particolare attenzione alle attività musicali, inoltre il fatto che si trovi all’interno di uno spazio multi generazionale ci offre la possibilità di mettere in contatto le generazioni attraverso un progetto di condivisione della memoria che verrà attuato in collaborazione col più generale progetto “Memory Sharing”».