Primo Piano

salute.JPG
Il progetto Agricoltura Sociale nella Zona Pisana nasce per favorire processi di inclusione sociale in ambito agricolo. L'antica vocazione della produzione del cibo diventa di nuovo occasione per la ricerca di strade innovative per il welfare e di percorsi per promuovere salute e buon uso del territorio. Su questa base nasce l'idea di realizzare nell'ambito dei lavoratori della SdS Pisana, il Programma "Agricoltura sociale: attenzione giova fortemente alla salute" inserito nel Piano di Educazione alla Salute della ASL 5 di Pisa. Il personale in servizio presso la Sede di Via Saragat può infatti scegliere di acquistare direttamente verdure provenienti dai Terreni di Orti Etici attraverso uno dei partner del Progetto, la Cooperativa Sociale Ponte Verde. Si tratta di verdura con certificazione Biologica che viene trasportata in sacchetti per uso alimentare, riciclabili, in Mater B, contenuti in busta di Juta naturale colorata con prodotti atossici. Oltre a promuovere una sana alimentazione e l'utilizzo di verdura di stagione e di filiera corta, l'acquirente contribuisce al progetto stesso che utilizza gli utili per promuovere e sostenere gli inserimenti in corso. Le buste di Juta sono prodotte presso la Comunità terapeutica per persone Tossicodipenti della ASL 5 La Badia nell'ambito di un laboratorio su "Riuso e Riciclo" condotto per la Cooperativa Sociale Il Ponte da Ilaria Faraci. Un esperimento che può essere diffuso e che vuole mettere al centro anche il consumatore, resposnabilizzandolo rispetto agli aspetti etici e di salute che sempre sono contenuti anche nelle semplici scelte quotidiane.